Anche l’edizione 2018 del progetto Best Performer si è chiusa con un incremento importante: 120 milioni di fatturato con 19 tour operator, un incremento del 18,2% rispetto all’anno precedente.

Nel 2018 avevano aderito 504 ragioni sociali; nel 2019 saranno 510, per un totale di 600 punti vendita, che si traducono in presenza capillare sul territorio.

Quest’anno si riconfermano le modifiche apportate al piano di incentivazione nel 2018. Le agenzie avevano mostrato di gradire la nuova formula, lo avevano commentato durante l’edizione autunnale del roadtour.

Il progetto ha funzionato, i numeri parlano chiaro. Non sono ancora ultimati tutti i conteggi delle over, ma la crescita è stata esponenziale; si stima un volume di over attorno ai 450.000 euro. Ogni tour operator ha erogato fra i 250 e i 3.000 euro alle agenzie che hanno raggiunto gli obiettivi. Cui si aggiungono quelli di sede. Il caso più eclatante è stato quello di un’agenzia che ha fatturato 8.200 euro di over commission; rispetto alla sua attività nell’anno precedente non ha aumentato così tanto i volumi, ma ha concentrato, ottimizzato i fornitori da lei stessa scelti.

Il concetto dell’imprenditorialità delle agenzie è da sempre alla base del progetto Best Performer. Essendo Gattinoni un network indipendente, non ci sono imposizioni di alcun tipo nella scelta dei tour operator. Le linee di prodotto interne – Travel Experience, Selected e DPack – sono un’opportunità, non un obbligo.

Relativamente ai fornitori, vari tour operator hanno chiesto al network di partecipare al piano. Ma il concetto è concentrare, non disperdere. Il valore non è allargare la rosa in quanto tale, semmai includere alcuni specialisti; nel 2019 i T.O. aderenti passano da 19 a 24, per segmenti di nicchia.

Commenta Sandro Ferrari, Responsabile Vendite Gattinoni Mondo di Vacanze: “Il 2018 si è concluso dandoci grande soddisfazione, confermando quello che le agenzie ci dicevano in autunno durante i roadtour. Si tocca con mano la validità di questo progetto e delle revisioni che abbiamo apportato l’anno scorso per aumentare i guadagni delle agenzie Partner aderenti. Nel 2019 riconfermiamo modalità e numerica ma introduciamo una novità: una extra over applicata e riconosciuta sulle nostre programmazioni, le tre linee Travel Experience, Selected e DPack. Un impulso in più per indicare una strada che può portare alle nostre agenzie ulteriori opportunità di marginalità”.